DISTURBI SESSUALI
Ci sono UOMINI......
Ci sono DONNE.......
T. SOMATOPSICHICA
CONTATTI
MICHE
ANORESSIA SESSUALE

DISTURBO DA DESIDERIO SESSUALE  IPOATTIVO

DISTURBO DA AVVERSIONE SESSUALE

DISTURBO DELL'EREZIONE

DISTURBO DELL'ORGASMO 

EIACULAZIONE PRECOCE
EIACULAZIONE RITARDATA 

DISPAREUNIA


                                          

ANORESSIA SESSUALE                                           Anoressia Sessuale

Quando gli uomini smettono di avere desideri sessuali, quando non hanno più sogni, né fantasie erotiche, ci troviamo di fronte ad un disturbo sessuale denominato anoressia nervosa. Il corpo del partner non ispira più alcun contatto e il proprio non è più percepito come oggetto del piacere; c'è un rifiuto al contatto fisico non finalizzato al sesso (carezze, sguardi,abbracci,baci).

L' anoressia sessuale è considerato un disturbo di tipo ossessivo-compulsivo.

Il sesso è percepito come il male assoluto, e dunque tutte le energie e le attenzioni sono indirizzate ad evitare ogni stimolo sessuale, in modo ossessivo; una vera e propria paranoia che conduce alla repulsione per tutte le funzioni che coinvolgono l'apparato sessuale, e alla percezione del proprio corpo come sbagliato, se non addirittura insopportabile. Il corpo smette di desiderare. La mente di immaginare.

Si raggiunge, per così dire, una prematura "pace dei sensi".

 

DISTURBO DA DESIDERIO SESSUALE IPOATTIVO

Ci sono uomini che hanno una scarsa motivazione a ricercare stimoli sessuali, che hanno uno scarso desiderio di attività sessuale, uomini che di solito non cominciano un'attività sessuale, oppure possono parteciparvi, ma riluttanti, quando essa è iniziata dal partner. L'anomalia causa notevole disagio o difficoltà interpersonale.

La caratteristica fondamentale del Disturbo da Desiderio sessuale ipoattivo è l'insufficienza o l'assenza di fantasie sessuali e del desiderio di attività sessuale. 
Uno scarso desiderio sessuale può essere globale e includere tutte le forme di espressione sessuale, oppure può essere situazionale e limitato ad un partner o ad una attività sessuale specifica.
Uno scarso interesse sessuale è spesso associato a problemi di eccitazione sessuale o a difficoltà di orgasmo. La scarsità del desiderio sessuale può essere la disfunzione primaria oppure la conseguenza del disagio emotivo indotto dai disturbi dell'eccitazione o dell'orgasmo.

 

DISTURBO DA AVVERSIONE SESSUALE

Ci sono uomini che quando si trovano in un contesto sessuale provano ansia, disgusto, sentimenti di terrore, sensazione di svenimento, palpitazioni e difficoltà di respirazione. Ci sono uomini che provano una repulsione generalizzata verso tutti gli stimoli sessuali, inclusi baci e toccamenti. Altri che per evitare i contesti sessuali o i potenziali partner sessuali attuano strategie di copertura (andando a dormire presto, trascurando l'aspetto della propria persona, usando sostanze e dedicandosi in modo eccessivo ad attività lavorative, sociali o alla famiglia).

La caratteristica fondamentale del Disturbo da avversione sessuale è l'avversione e l'attivo evitamento del contatto sessuale genitale con un partner sessuale. L'avversione al contatto genitale può essere focalizzata su un particolare aspetto dell'esperienza sessuale (secrezioni genitali, penetrazione vaginale). 

 

DISTURBO DELL'EREZIONE (IMPOTENZA)

Ci sono uomini che non riescono ad ottenere un'erezione durante i preliminari erotici.

Altri raggiungono facilmente l'erezione, ma la perdono.

Altri uomini sono impotenti durante il rapporto sessuale, ma possono mantenere l'erezione durante la manipolazione manuale o orale.

Alcuni possono avere un'erezione quando sono vestiti, ma la perdono non appena devono esporre il pene.

Certi uomini si eccitano e hanno buone erezioni durante i preliminari, quando sanno che non sarà possibile arrivare al coito, ma perdono la loro potenza se si trovano coinvolti in situazioni in cui il coito non solo è presumibile, ma probabile. Ci sono uomini che riescono ad avere un'erezione soltanto se è la donna a dominare la situazione sessuale, mentre altri diventano impotenti se la donna cerca di assumere il controllo. Certi sono capaci di erezioni parziali, ma non riescono a ottenere un'erezione completa. Alcuni soffrono di impotenza totale e cioè non riescono ad ottenere nemmeno un'erezione parziale con qualsiasi partner, in qualunque circostanza. Altri soffrono di impotenza puramente situazionale e trovano difficoltà erettive soltanto in circostanze specifiche.

L'impotenza può essere originata da fattori fisici o psicologici.

L'impotenza può essere associata a una perdita generale di libido e difficoltà eiaculatoria, ma la patologia essenziale del disturbo è l'impedimento al riflesso erettivo. Per quanto possa sentirsi eccitato in una situazione erotica e per quanto desiderio possa provare di fare l'amore, l'uomo impotente non riesce ad ottenere una erezione del pene. Specificatamente, il meccanismo vascolare riflesso non riesce a pompare nei corpi cavernosi del pene abbastanza sangue da renderlo rigido ed eretto. L'impotenza è una condizione altamente frustrante, umiliante e distruttiva; l'autostima di un maschio si fonda in maniera preponderante sulla sua erezione. Ovviamente l'impotenza può avere un effetto estremamente distruttivo su un matrimonio.  

 

DISTURBO DELL'ORGASMO MASCHILE

Ci sono uomini che non raggiungono l'orgasmo durante il rapporto sessuale, ma possono arrivare all'eiaculazione attraverso una stimolazione manuale o orale da parte del partner. Altri invece riescono a raggiungere l'orgasmo anche durante il rapporto sessuale, ma solo successivamente ad una prolungata e intensa stimolazione non coitale. In altri casi l'orgasmo può essere ottenuto solo attraverso la masturbazione e, in casi più rari, l'uomo riesce a sperimentare l'orgasmo esclusivamente al risveglio da un sogno erotico.

La caratteristica del disturbo dell'orgasmo maschile è un persistente o ricorrente ritardo, o assenza, dell'orgasmo dopo una fase di normale eccitazione sessuale. Nella forma più comune di disturbo dell'orgasmo, l'uomo non può raggiungere l'orgasmo durante il rapporto sessuale, sebbene possa eiaculare a seguito di stimolazione manuale o orale da parte del partner.

 

EIACULAZIONE PRECOCE

Ci sono uomini che eiaculano dopo diversi minuti di preliminari con una donna eccitante, o addirittura già alla vista della partner che si spoglia. La maggior parte degli uomini affetti da eiaculazione precoce eiacula poco prima dell'introduzione nella vagina, o nel momento dell'introduzione o subito dopo, ma ce ne sono altri che sono capaci di diversi movimenti coitali prima di raggiungere l'orgasmo.

La caratteristica dell'eiaculazione precoce è l'assenza di controllo volontario sul riflesso eiaculatorio; c'è precocità quando l'orgasmo avviene per riflesso, cioè resta fuori del controllo volontario dell'uomo, una volta che è stato raggiunto un alto livello di eccitamento sessuale.

Sovente c'è anche una assenza o una diminuzione della percezione della sensazioni erotiche al momento del culmine dell'eccitamento sessuale. Con l'avvicinarsi dell'orgasmo, molti uomini affetti da eiaculazione precoce sperimentano qualcosa che si potrebbe definire come anestesia genitale.

L'ansia dell'uomo affetto da eiaculazione precoce riguardo alla propria competenza sessuale può sconvolgere la vita sessuale della coppia; ovviamente è impossibile che un uomo sia sensibile e reattivo nei confronti della partner quando è preoccupato del fatto che eccitandosi molto sarà costretto a porre bruscamente fine al rapporto sessuale. 
La donna spesso si sente respinta e preoccupata dal comportamento dell'uomo che percepisce come freddo ed estraneo; di solito ci si trova invischiati in un circolo vizioso di collera e riluttanza che distrugge il piacere sessuale.

 

EIACULAZIONE RITARDATA

Ci sono uomini che si lamentano di non essere capaci di raggiungere l'orgasmo durante il coito, anche se ci provano con tutta la buona volontà. Certi uomini prolungano il coito anche per un'ora, si impegnano in fantasie, bevono, senza alcun risultato. Altri si impegnano nel coito per permettere alla partner di raggiungere l'orgasmo e solitamente ricavano piacere da questa esperienza, ma poi possono ottenere il proprio orgasmo soltanto ritirandosi e masturbandosi alla presenza della partner già soddisfatta.

Certi uomini non cercano nemmeno di avere rapporti sessuali completi, ma si affidano alla semplice scarica masturbatoria.

L'eiaculazione ritardata si può definire come un'inibizione specifica del riflesso eiaculatorio. Pertanto un uomo che soffre di eiaculazione ritardata reagirà agli stimoli sessuali con sensazioni erotiche e una buona erezione. Non sarà però capace di eiaculare, anche se proverà l'urgente desiderio della scarica orgasmica e anche se la stimolazione che riceve sarebbe normalmente più che sufficiente per innescare il riflesso orgasmico.

L'uomo può prevedere l'insuccesso e provare frustrazione al punto da mortificare la sua reazione erettiva.

 

DISPAURENIA

La manifestazione fondamentale della Dispareunia è un dolore genitale associato al rapporto sessuale. Di solito i dolori si presentano durante il coito, ma possono anche insorgere prima o dopo il rapporto. L'intensità dei sintomi può variare da una lieve sensazione dolorosa ad un dolore intenso.L'anomalia causa notevole disagio o difficoltà interpersonali.

Site Map